I politici italiani puntano a limitare la pubblicità del gioco d’azzardo

I politici italiani puntano a limitare la pubblicità del gioco d'azzardoIl gioco d’azzardo è molto popolare in Italia che è uno dei centri del gioco più importanti al mondo: il mercato italiano è infatti il quarto per dimensioni e il primo in Europa. Nonostante la tradizione del gioco del paese, di recente si sono rinnovate alcune opposizioni alla sua diffusione che lo ritengono essere la causa di gravi problemi sociali.
Questa crescente opposizione a tutte le forme di gioco d’azzardo si è consolidata negli ultimi mesi con una campagna orchestrata contro i problemi legati al gioco compulsivo.Nel 2007 i giochi di carte sono stati legalizzati e quattro anni più tardi giochi da casinò con soldi reali, incluso il poker, sono stati resi legali dal governo italiano. Il gioco online è legale dal 2007, ma prima di allora le autorità italiane tentarono di impedire il gioco in rete e di fermare i siti dei casinò online di altri paesi che offrivano i propri servizi ai giocatori italiani. Alla pratica del bloccare i siti stranieri si è opposta l’Unione Europea, come già accaduto in altri paesi europei dedite a probabili pratiche protezionistiche (vedi l’articolo: L’Unione Europea comincia a lavorare alle leggi sul gioco online).
Come risultato di ciò, quattro anni fa una modifica alla legge ha permesso agli operatori dei casinò online di altri paesi per offrire i propri servizi ai giocatori italiani, ma solo dopo aver ottenuto una licenza italiana.L’Italia non è il solo paese in cui timori per le ripercussioni sociali del gioco d’azzardo alimentano l’opposizione di molti strati della società. Negli Stati Uniti lo stesso tipo di opposizione è in prima linea nelle questioni sulla legalizzazione dei casinò online.
Di recente è stato approvato un’emendamento alla legge sul gioco d’azzardo proposto da un senatore del Partito Socialista che prevede restrizioni alla pubblicità per i giochi con denaro su radio e televisioni. Il senatore ha ribadito che l’emendamento è in linea con la posizione dell’Unione Europea nella lotta ai problemi sociali causati dalla dipendenza dal gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *