Le olimpiadi potrebbero accelerare le leggi sui casinò in Giappone

Tokyo 2020Tokyo è stata scelta dal Comitato Olimpico Internazionale per ospitare i giochi olimpici del 2020, battendo Istanbul (Turchia) e Madrid (Spagna). Questa è la seconda volta che il Giappone ospiterà i giochi, dopo averli organizzati nel 1964. L’annuncio è una buona notizia per gli operatori dell’industria dei casinò in Asia, e in particolare per i politici e i legislatori del Giappone che vedono nella decisione un segno che presto sarà possibile legalizzare i casinò del paese.
Il gioco d’azzardo non è consentito in Giappone, ma sono comunque tollerati alcuni tipi di scommesse. In favore della legalizzazione e della regolamentazione dei casinò c’è già un grosso supporto (vedi l’articolo: Il Giappone potrebbe legalizzare i casinò). Un gruppo trasversale di legislatori giapponesi sperano di vedere attuata la legge per legalizzare il gioco nei casinò entro questo autunno, in vista di una più generica legalizzazione del gioco entro pochi anni.L’industria dei casinò spera di vedere presto degli sviluppo, mentre il primo ministro Shinzo Abe e il suo Partito Liberal Democratico sono visti come dei sostenitori dei casinò legalizzati. Il suo partito detiene la maggioranza e potrebbe votare ogni legge corrispondente.
La prima parte di tale legge, la legge sul gioco nei casinò, potrebbe essere avanzata entro la fine di quest’anno. L’annuncio che Tokyo ospiterà i giochi olimpici e il sostegno alla legalizzazione del gioco d’azzardo nei casinò in Giappone potrebbero realizzarsi in un rapporto di mutuo beneficio. Il paese avrà bisogno di ulteriori alloggi per i visitatori e i partecipanti ai giochi e la costruzione di grandi resort casinò a Tokyo fino ai giochi del 2020 potrebbe garantire gli spazi richiesti.Si ritiene che il governo giapponese intenda elargire solo tre licenze per la costruzione dei casinò. Tuttavia, molti operatori di casinò asiatici e internazionali stanno mostrando grande interesse per allargare la propria attività al Giappone una volta che la nuova legge sia passata. Grossi gruppi americani, come MGM Resorts (MGM Grand Casino), Las Vegas Sands, Caesars e Wynn Resorts, sono anch’essi interessati all’iniziativa. Anche la SJM Holgings, che ha sede a Macao, potrebbe essere interessata a investire in questo nuovo mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *