La politica per le scommesse online di Facebook cambia

FacebookFacebook il gigante dei social network ha annunciato dei cambiamenti di politica per le sue linee guida di annunci e tra loro è una nuova direttiva che consente la pubblicità del gioco d’azzardo online e offline, a condizione che il materiale sia mirato al di fuori degli Stati Uniti e ha esplicito consenso di Facebook.
Le variazioni abbracciano una più ampia gamma di settori, dando a questi l’opportunità di attirare i clienti attraverso annunci altamente mirati su Facebook, e chiaramente genereranno introiti pubblicitari in più per la rete sociale in piena espansione. La nuova politica di annunci segue di Facebook ha recentemente ad dolcificato certe sue linee guida promozionali, facilitando i divieti di concorsi, lotterie e altri giochi d’azzardo verticali.
Le modifiche alle linee guida per il gioco d’azzardo sono:La precedente politica di Facebook che permette il gioco a distanza online soggetti a specifica autorizzazione è stata modificata per chiarire che le pubblicità devono essere mirate al di fuori degli Stati Uniti oltre a ottenere il consenso del sito. Gli annunci che promuovono o facilitano il gioco d’azzardo online, giochi di abilità o lotterie, compresi i casinò online, le scommesse sportive, etc.., sono permessi solo in paesi specifici, e solo con l’autorizzazione anticipata di Facebook.

Le lotterie con licenza o le sponsorizzazioni da enti pubblici hanno il permesso di fare pubblicità su Facebook, a condizione che gli annunci devono essere mirati in conformità alla legge applicabile nella giurisdizione in cui gli annunci verranno serviti, e può solo toccare gli utenti nella giurisdizione in cui la lotteria è disponibile. Gli annunci che promuovono le case da gioco terrestri, come i casinò, in conformità alle leggi e regolamenti applicabili, sono generalmente consentite senza preventiva approvazione di Facebook, a condizione che il materiale è orientato in modo appropriato. La pubblicità dei casinò deve essere concentrata sui maggiorenni e all’interno dei paesi dove il gioco d’azzardo è consentito.

Gli annunci sul gioco d’azzardo possono essere acquistati solo attraverso una partnership di vendita diretta con Facebook, che richiede un minimo di spesa mensile di 30 mila dollari USA, e non possono essere acquistati attraverso il self-service o lo strumento di annunci di Facebook Pubblicità API. Le Lotterie non ufficiali sono regolate da linee guida simili ai requisiti di gioco d’azzardo online, anche se le pubblicità autorizzate dai governi sulle lotterie e sulle sponsorizzazioni sono disciplinate da direttive separate. Fino a quando questi sono conformi alle leggi locali, comprese le disposizioni sui limiti di età, tali pubblicità possono essere pubblicate senza il consenso esplicito di Facebook.

La pornografia non è l’unico tema del suffisso xxx

Go daddyDelle nuove notizie stanno infestando il web sul nuovo suffisso del dominio .xxx utilizzato oramai da diverse aziende non legate alla pornografia, l’acquisto di questi domini a superato se stesso. Easyspace, una delle più grandi aziende del Regno Unito di web hosting, ha suggerito che ben otto su dieci delle aziende hanno manifestato un interesse per il nuovo suffisso senza creare alcun interesse per la vostra masturbazione mentale.
All’infuori delle centinaia di aziende che si sono affrettate a pre-registrarsi con Easyspace prima dell’apertura della fase di nascita dei domini .xxx prevista per il 7 settembre 2011, solo il 20% di essi proviene dall’industria dei materiali per adulti e della pornografia, quanto dichiarato da Sarah Haran, la direttrice gestionale di Easyspace. Inoltre, ha aggiunto che come si aspettava l’azienda il settore delle scommesse online e i casino online si sono dati subito da fare nell’acquistare i domini in prevendita.Il settore dei domini online è spesso sulla bocca degli utenti del settore dei giochi online e delle scommesse online. Sia che si tratti dei siti di news legati ai casino online o al marchio di Bodog che acquisto i diritti su Slots.com o dei nomi che sono stati sequestrati negli Stati Uniti come parte delle accuse del Venerdì Nero, i problemi non si allontanano mai dall’immenso settore del gioco d’azzardo online. Caspita! perfino le conferenze si sono presentate con delle grandi aste dal vivo per vendere i siti fastidiosi.

Stiamo ancora aspettando di vedere se il .xxx  sia permesso e se porterà allo sviluppo e alla approvazione di altri suffissi da parte della Internet Corporation for Assigned Names and Numbers meglio conosciuta in tutto il mondo come ICANN. Lo scorso marzo è stato riportato in diverse notizie che questi cambiamenti di suffissi porteranno ad un cambiamento di tendenza presso le aziende che si orienteranno anche a delle direzioni diverse dai classici .com. Per ora, dovranno solo sopportare il fatto che la gente penserà che i loro siti sono pornografici.

La Giustizia Francese giudica il poker come un gioco di abilità

Poker online in FranciaLa Francia si è recentemente aperta quale giurisdizione di scommesse online con una piattaforma di licenze e di norme che regolano il mercato con delle precise disposizioni della Commissione Europea. Le polemiche hanno circondato la mossa della Francia che ha disposto dei costi di gestione e di tassazione altissimi per gli operatori del paese che si sono associati a questo immenso mercato online.
Una causa legale è finita in tribunale in Francia, sostenendo che il Texas Hold’em Poker è un gioco di abilità e non un gioco di fortuna come potrebbero essere i giochi del casinò online, dove il principale imputato è Jean-Pierre Gleizes, che è il manager di Les Coulisses e St Tropez, così come altri, sono stati accusati di organizzare degli eventi privati del poker ​​in luoghi pubblici senza una valida licenza rilasciata dalle autorità francesi.Il sito francese Madeinpoker.com ha rivelato che un tribunale francese di Tolosa ha stabilito che il poker non deve essere considerato un gioco d’azzardo. Il governo del paese ha impugnato questa decisione immediatamente. La decisione ha creato una tempesta di polemiche siccome il poker, se è accertato essere un gioco di abilità piuttosto che di fortuna si posizionerebbe in contrasto con le normative europee e con le disposizioni in materia di gioco d’azzardo online nei stati membri.La corte penale francese di primo grado si è schierata con gli imputati, giudicando il poker e considerandolo un gioco di abilità. La loro argomentazione è stata sostenuta da dei testimoni esperti come per esempio un giocatore di poker professionista, così come anche da dei campioni nazionali degli scacchi e del bridge e con la presenza di un professore di matematica che ha giocato al gioco del poker. L’appello andrà alla Corte Suprema del paese, dove il risultato potrebbe influenzare pesantemente le norme relative al gioco del poker in Francia.

Il giocatore di poker professionista dovrà pagare le imposte sul reddito sulle proprie vincite se la Corte Suprema confermare la decisione del tribunale di livello inferiore. Il governo sta ricevendo delle forti pressioni per rinnovare la legge e quindi includere i giochi di abilità. Se ciò dovesse accadere gli operatori potranno essere benissimo in grado di evitare le costose licenze pagando di conseguenza solo le tasse relative al settore e offrire il gioco al grande pubblico.

La Lettonia riorganizza la sua legge sulle scommesse online

LatviaI funzionari della Lettonia hanno preso in seria considerazione le norme che disciplinano il gioco d’azzardo online nel proprio Paese. Le Lotterie Lettone e la Vigilanza sul Gioco d’Azzardo assieme al Ministero delle Finanze hanno iniziato dei cambiamenti nella legislatura che controlla il gioco d’azzardo online e offline. Le modifiche proposte nel disegno di legge riguardano la struttura delle commissioni per le licenze, la fiscalità, il limite di età e il controllo dei giochi online da parte di organi specializzati. I dipartimenti di stato che sono collegati o interessati dalle nuove regole modificate per il gioco d’azzardo fanno anche loro parte delle discussioni in corso.
Gli emendamenti per il settore delle scommesse online includono una riprogettazione massiccia delle regole, della regolamentazione e dell’applicazione delle leggi. Per operare in Lettonia un’azienda dovrà essere in possesso di una licenza generale per poter offrire i giochi d’azzardo, le scommesse online e i casinò online su Internet. I costi e i requisiti di registrazione che sono obbligatori e in esame comprendono, 1 milione di LVL (2 milioni di dollari USA) di capitale netto, la quota degli azionisti extracomunitari non può superare il 49%, un controllo della sterlina e una tassa generale di iscrizione della licenza pari a 300 mila Lat Lettoni (circa 600.000 dollari USA) con tassa di rinnovo annuale pari a 25 mila Lat Lettoni.Gli operatori senza licenza non potranno operare e saranno bloccati dai provider di servizi Internet in Lettonia. Come nelle banche USA i processori di denaro saranno obbligati a bloccare tutte le transazioni finanziarie degli operatori di gioco online e gioco d’azzardo senza licenza e una tassa del 5% sul guadagno netto sarà imposta.

La pubblicità per i Giochi Olimpici ed altri eventi correlati che sono sanzionati dal Comitato Olimpico lettone e da altre federazioni sportive saranno permessi solo alle aziende che dispongono di regolari licenze per il gioco online. Il limite di età per accedere ai servizi di gioco online in Lettonia è di 21 anni. L’Olympic Casino Group Lettone ha proposto una normativa simile alla struttura Estone al fine di ottenere un vantaggio simile al Olympic Casino dell’Estonia nel 2010. Si spera che le modifiche siano nel rispetto delle norme dell’Unione Europea sul commercio elettronico di libero scambio tra i paesi membri.

Ladbrokes continua il dialogo con Sportingbet

Ladbrokes continua il dialogo con sportingbetLadbrokes il famoso bookmaker del Regno Unito sta mantenendo una posizione serrata per quanto riguarda la gestione delle sue offerte sulle scommesse sportive e sul suo casinò online nella negoziazione con il gruppo Sportingbet. Le prime offerte sono state eseguite circa un mese fa da parte di Ladbrokes, che sta cercando di espandere la sua divisione online con l’acquisizione di Sportingbet.Ladbrokes ha rifiutato di parlare del progresso dell’acquisizione tenendo gli investitori e gli analisti all’oscuro delle trattative in corso. L’amministratore delegato di Ladbrokes Richard Glynn ha commentato che quando ci saranno delle novità le presenteranno sul mercato mettendo in questo modo a riposo la speculazione e le voci.Le performance di Ladbrokes sono rimaste indietro rispetto al suo rivale bookmaker britannico William Hill Casino, con la fusione con Sportingbet spera di recuperare il mercato e posizionarsi al vertice. L’azienda sta facendo tutte le mosse giuste per ampliare il proprio settore del gioco d’azzardo online con uno sforzo gigante per ottenere il maggior numero di proprietà.

L’amministratore delegato di Ladbrokes ha dichiarato che procederanno con degli acquisti che porteranno dei guadagni agli azionisti della società. I negoziati si sono terminati con l’operatore online 888 dopo quattro mesi di discussioni in cui non è stato raggiunto alcun accordo. Inoltre, ha aggiunto che l’azienda continuerà a guardare le cose non organiche, che offrono del valore agli azionisti, accelerando così la capacità di base dell’azienda e in cui non si assumono alcun rischio di livello legale e di legislazione nei vari paesi che permettono le attività di casinò online legali o di scommesse legali.
Ivor Jones, l’analista di Numis ha commentato che sono convinti che se l’acquisizione di Sportingbet va avanti, il prezzo delle azioni risponderà positivamente alla maggiore esposizione al gioco online e la possibilità di reinvestire di più nel flusso di cassa per la crescita online sul consumatore finale, anche se non c’è nessuna offerta, si aspettano che le azioni crescano quando l’incertezza su un finanziamento azionario è stato rimosso.

Glynn ha inoltre aggiunto che la società si aspettava di incontrare nell’intero esercizio delle buone aspettative di profitto, nonostante un contesto di mercato difficile. Mentre rimane ancora scettico sulle dure condizioni economiche e le continue incertezze che colpiscono le entrate relative ai consumatori, rimanendo così in linea con le aspettative degli investitori per quest’anno.