L’italiana GTECH verso l’acquisizione di American International Game Technology

gtechGTECH, che gestisce la Lotteria Italiana e le lotterie di stato in alcuni stati americani, sembra essere interessata ad acquistare la International Game Technology, un’azienda americana produttrice di slot machine e sistemi per casinò, nonché sviluppatrice di software. Sebbene sembri che entrambe le aziende, oltre ad altri tre potenziali investitori interessati all’acquisto di International Game Technology, abbiano fatto delle offerte preliminari, queste non sono ancora state rese pubbliche.

GTECH vuole allargare il suo mercato

GTECH, la cui sede è a Roma, è l’operatore di lotterie più grande al mondo. È già presente negli Stati Uniti, dove gestisce diverse lotterie statali, ma acquisendo la International Game Technology potrebbe allargare notevolmente la sua fetta nell’industria delle slot machine per casinò di cui al momento detiene circa l’un per cento. GTECH era precedentemente nota come Lottomatica, l’azionista di maggioranza è il gruppo De Agostini e oltre la metà dei suoi incassi provengono dal mercato italiano. Nel 2006 Lottomatica acquistò l’americana GTECH ed è oggi nota con questo nome. GTECH è valutata oltre quattro miliardi e mezzo di dollari.

International Game Technology (IGT) soffre di un calo nella domanda

La International Game Technology, fondata nel 1980, opera a livello globale, sviluppa e realizza componenti per giochi da casinò, fornisce sistemi tecnologici e progetta software per i giochi di casinò terrestri e online. L’azienda è valutata poco meno di quattro miliardi di dollari ma i suoi debiti ammontano a oltre due miliardi di dollari. La International Game Technology è stata messa in vendita il 9 giugno e si dice che ciò sia dovuto a un calo nella domanda per i suoi prodotti, dal momento che il mercato del gioco d’azzardo soffre ancora per gli effetti della crisi economica mondiale.

Quattro potenziali acquirenti

GTECH non è l’unico possibile compratore per la International Game Technology. Interesse per l’acquisto dell’azienda è stato espresso anche dalla Apollo Global Management, che detiene altri investimenti nell’industria del gioco americana, da MacAndrews & Forves Holdings e dal Carlyle Group. I potenziali compratori hanno a disposizione diverse settimane per sottoporre la loro offerta per la International Game Technology.