La nuova autorità italiana annuncia che non ci saranno nuove tasse sul gioco online

La nuova autorità italiana annuncia che non ci saranno nuove tasse sul gioco onlineA un recente incontro sul gioco d’azzardo online organizzato in Belgio dal Comitato Socio-Economico Europeo, il nuovo direttore delle autorità per il gioco d’azzardo italiane ha annunciato che non verranno imposte nuove tasse sul gioco online in Italia. Luigi Magistro dell’Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato (AAMS) ha anche detto che le tasse del Paese devono mantenersi a livelli ragionevoli per consentire ai gruppi del gioco d’azzardo online regolarmente dotati di licenza di competere con gli operatori che eludono le tasse.
Sembra che le autorità italiane abbiano imparato dalle esperienze di altre nazioni europee che avevano tassato eccessivamente il gioco d’azzardo online e forse in questo modo eviteranno le conseguenze negative mantenendo le tasse a livelli competitivi.Come in molti altri paesi in cui l’industria del gioco d’azzardo online è in via di sviluppo, c’è anche in Italia una forte opposizione da parte di gruppi che sostengono che il gioco online porti a gravi problemi sociali.
In risposta a ciò Luigi Magistro ha annunciato a Bruxelles che verrà creato un comitato guidato da lui stesso per supervisionare l’aspetto dei problemi creati dal gioco nel Paese. Il comitato sarà formato da esperti del campo eletti dal governo. Il gruppo studierà la questione dei problemi causati dal gioco per individuare l’estensione di tale problema, i suoi effetti sulla società e quali misure adottare per prevenirne la diffusione.Sebbene in tutto il mondo ci sia stato un calo dei guadagni del gioco d’azzardo a causa delle contingenze economiche globali, l’industria del gioco d’azzardo italiana non è stata colpita altrettanto duramente. L’anno scorso il governo italiano ha incassato 8 miliardi di euro in tasse dal gioco in tutto il Paese. Il gioco online ha contribuito a tale somma con 200 milioni di euro e il dato potrebbe crescere quest’anno dal momento che il settore è in continuo sviluppo e presto includerà giochi virtuali e scommesse oltre alle slot machine online che sono state introdotte nel 2012. L’incasso lordo dell’anno scorso si aggirava intorno ai 18 miliardi di dollari e il gioco online ha registrato poco più del 4 percento di tale cifra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *