C’è ancora speranza per il casinò di New York City

C'è ancora speranza per il casinò di New York CityIl mese scorso il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha affermato nel suo discorso sulla situazione dello stato che, se ci dovesse essere un emendamento per consentire la costruzione di casinò, egli spera di vedere edificati i primi tre casinò fuori da New York City.
Tuttavia, durante una recente conferenza stampa ha ammesso di non essere del tutto contrario a un casinò in piena regola all’interno della città. Diverse forze politiche, insieme ad alcune delle maggiori aziende che gestiscono casinò, come ad esempio la Genting, si stanno muovendo per portare uno o più dei nuovi casinò all’interno dell’area cittadina.Nel marzo del 2012 le leggi statali hanno fatto il primo passo per acconsentire all’interno della costituzione statale la costruzione di sette casinò in piena regola a New York. Quest’anno tale procedimento dovrà essere approvato una seconda volta dalla legislazione statale e poi un referendum a novembre deciderà se acconsentire tale integrazione nella costituzione o meno.
La proposta di costruire fino a sette casinò nello stato di New York non riguarda le strutture di proprietà dei nativi americani. Tali casinò sarebbero inoltre strutture complete, diversamente dall’unico casinò attualmente presente a New York. Si tratta del casinò spesso noto come “racino”, il Resorts World Casino nel Queens presso l’Aqueduct Racetrack. Il Resorts World è un enorme sala da slot machine di proprietà del gruppo Genting. Per rispettare la costituzione dello stato nel Resorts World non sono presenti croupier dal vivo, ma solo operatori e tavoli elettronici (vedi l’articolo: Grande successo per le slot machine del Resorts World). Ciononostante le finanze del Resorts World sono molto buone e lo stato beneficia fortemente delle tasse provenienti dal casinò. Al momento il 90 percento delle tasse pagate dai casinò viene speso per l’educazione all’interno dell’intero stato.Sebbene il governatore Cuomo non ha ancora escluso definitivamente la costruzione di casinò a New York City, il suo progetto prevede di collocare le strutture del gioco d’azzardo in aree dove rafforzeranno l’economia locale, creeranno posti di lavoro e attireranno nuovi turisti. Egli desidera anche che i casinò siano al centro di complessi forniti di intrattenimenti, alberghi e negozi, in modo da creare occupazione per le comunità circostanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *